Home

In questo sito potrai conoscere la nostra Associazione di Volontariato, la Comunità Cristiana da cui è nata, i progetti e le iniziative in cui siamo coinvolti. Lo scopo di questo sito è farti conoscere i nostri progetti sociali e comunitari, ma sempre onorando l’ispiratore delle nostre azioni: Gesù Cristo.

“Chi ha sete venga, chi vuole prenda in dono dell’acqua della vita!” (Apoc. 22:17) è il chiaro invito che Egli fa tutti gli uomini. Esso rappresenta un incoraggiamento a “bere” dalla fonte eterna: l’unica che toglie la sete spirituale, che guarisce spirito, anima e corpo, l’unica che dona salvezza.

Gesù un giorno disse:” Chi beve dell’acqua che io gli darò, non avrà mai più sete; anzi l’acqua che io gli darò diventerà in lui una fonte d’acqua che scaturisce in vita eterna” ( Giov. 4:14)
Siamo convinti quindi che questa acqua debba scaturire in opere e parole anche da coloro che hanno creduto in Lui, i quali, simili a vasi di terra, sono chiamati ad essere ripieni dell’Acqua della Vita (Giovanni 7.38,39) e si dispongono umilmente a condividerla.

intestazione giornalino3

Il Nuovo progetto Giovani di Acqua della Vita

Marco Ielo

Pizzo, partito il Centro giovanile interculturale Agapegiovani: tante le attività.

La struttura è dedicata ai giovani dai 14 ai 35 anni. Al suo interno un qualificato team di giovani professionisti nel campo della musica, dello sport, della comunicazione e della legalità.

Da ottobre scorso, a Pizzo, è nata una nuova realtà: il Centro giovanile interculturale Agapegiovani. Grazie al cofinanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, nell’ambito del Bando “Giovani per il sociale 2018”, l’ente attuatore, l’associazione Acqua della Vita OdV, presieduta da Fabio Belvedere, vede rinnovarsi il proprio impegno in iniziative simili dedicate ai giovani del territorio. Il progetto denominato “Centro giovanile interculturale Agapegiovani” è di fatto un Centro dedicato ai ragazzi dai 14 ai 35 anni, coordinato e attuato da un qualificato team di giovani professionisti nel campo della musica, dello sport, della comunicazione e della legalità. 

«Richiedendo una tessera di iscrizione – spiega la coordinatrice del progetto Serena Ielo – i ragazzi interessati potranno partecipare gratuitamente alle diverse attività organizzate, tra cui lezioni di canto, chitarra, tastiera, incontri di musicoterapia, corso sportivo di tennistavolo. Un occhio di riguardo viene dedicato anche ai ragazzi stranieri, grazie a un corso doposcuola di italiano a loro dedicato, in un’ottica di interculturalità, con percorsi di educazione civica e cittadinanza attiva. Gli obiettivi del progetto – aggiunge la Ielo – abbracciano una visione ampia, che guarda non solo alla socialità e all’integrazione di gruppo tra ragazzi, in un periodo di profondo isolamento sociale, ma ha l’ambizione di aprire una strada di formazione e preparazione per accompagnare i ragazzi nella ricerca occupazionale, nell’apprendimento degli strumenti di autoimpiego offerti dalla Comunità Europea». In questo ambito il progetto si avvale della figura professionale dell’avvocato Dario Mazzeo, offrendo servizi di tutoring e consulenza per l’utilizzo delle tecnologie informatiche indirizzate all’inserimento in percorsi lavorativi e formativi.

«La mancanza di stimoli – annotano dall’associazione – di opportunità lavorative, di luoghi e attività di svago offerte nel contesto sociale cittadino, portano ad una dilagante demotivazione dei giovani, molti dei quali non sono impegnati né in attività lavorative, né in progetti di studio, collocandosi nella categoria dei “neet” (not engaged in education, employment or training). Tra gli obiettivi del progetto rientra dunque il raggiungimento di questo particolare e importante target di ragazzi, offrendo loro uno spazio sociale comune, in cui vengono realizzati interventi formativi, educativi e artistici, con la finalità di sostenere e favorire l’incontro, lo scambio culturale e spirituale, la crescita personale, la conoscenza e la formazione, lo sviluppo di una cittadinanza europea». [Continua in basso]
Il contesto è quello di un ambiente amichevole, in cui si presta particolare attenzione all’interesse per la persona, attraverso l’espressione di accoglienza dell’amore denominata “agape”, da cui il Centro prende il nome. Il progetto prevede anche l’affiancamento di una continua attività di monitoraggio e valutazioni periodiche, affidate alla sociologa Roberta Cavallaro. Gli spazi del Centro interculturale offrono ambienti attrezzati tra cui: living room per socializzazione ed integrazione, aula studio fornita di personal computer, wi-fi, stampanti, internet point e attrezzature varie; meeting room per discussioni, corsi, workshop, laboratori; aula musica; sportello/ufficio per le attività di amministrazione e segretariato sociale. La sede è fornita anche di una zona “mini bar” per consentire ai ragazzi di condividere momenti di convivialità (social cooking).

Il Centro è già attivo, si trova in via Nazionale (di fronte all’ospedale) e l’iscrizione è gratuita. Per informazioni si può consultare la pagina FB Agapegiovani, oppure passare presso la sede durante gli orari pomeridiani di apertura al pubblico (dal lunedì al giovedì, dalle ore 15 alle 18.30.


Contributi pubblici.

Marco Ielo

PUBBLICAZIONE DELLE INFORMAZIONI RELATIVE A SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, INCARICHI RETRIBUITI E VANTAGGI ECONOMICI RICEVUTI NELL’ANNO 2021 (LEGGE 4/8/2017 N° 124 – ART. 1, COMMI 125/129) DALLA:  ASSOCIAZIONE CRISTIANA ACQUA DELLA VITA ONLUS, codice fiscale 96021340797

Ente erogante: PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE GIOVANILI E IL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE, codice fiscale 80188230587
Somma incassata: € 43.200,00
Data di incasso: 24/09/2021
Causale: cofinanziamento progetto “Centro Giovanile Interculturale “AgapeGiovani” – Avviso PAC “Giovani per il sociale 2018”


banner roccia oreb small3

Ricordati di me!

E diceva: «Gesù, ricòrdati di me quando entrerai nel tuo regno!» Luca 23:42

  • Queste parole furono pronunciate dal ladrone pentito, crocifisso al fianco di Gesù.
    Sono scritte nella storia da Luca, il medico e storico evangelista del primo secolo.
    Cosa spinse quest’uomo morente a pronunciare quelle parole? Continue reading →


Leggi gli altri articoli della categoria
© Informativa sul copyright e sull’uso dei contenuti di acquadellavita.it da parte di terzi:

E’ vietata la ripubblicazione, in qualunque forma, degli articoli, delle meditazioni, degli studi biblici e di ogni altro contenuto di www.acquadellavita.it senza il consenso scritto degli autori.
In ogni caso, con l’autorizzazione è obbligatoria la citazione della fonte anche per un uso parziale dei files.
E’ consentito però scaricare i testi e gli articoli per farne uso personale e/o per iniziative evangelistiche senza scopi di lucro. Le autorizzazioni vanno richieste al seguente indirizzo e-mail: presidente@acquadellavita.it